Name:

"Hay muchas maneras de contar esta historia, como muchas son las que existen para relatar el más intrascendente episodio de la vida de cualquiera de nosotros".

Thursday, September 14, 2006

Lula sarà rieletto

Non ci sarebbe storia nelle imminenti elezioni presidenziali brasiliane del primo ottobre. I sondaggi danno un ampio vantaggio a Lula da Silva, con una percentuale del 50% delle preferenze, dato che eviterebbe un ballottaggio. Dietro di lui c’è praticamente il vuoto: al 28% si piazza Gerardo Alckmin, ex governatore di Sao Paulo; al 9% la candidata socialista –espulsa dal Partito dei lavoratori di Lula-, Heloisa Helena Lima. A credere al ballottaggio è solo Alckmin, come rivela in un’intervista alla Reuters. Il dato rilevante è la mancanza di un partito conservatore, tanto che l’opposizione a Lula viene fatta dal PSDB, il partito socialdemocratico.
Intanto, un altro sondaggio rivela che il 76% dei brasiliani è felice, l’11% in più di dieci anni fa. E sì che il Brasile non ha vinto il Mondiale di calcio. Le ragioni della felicità? L’aumento degli stipendi e l’accesso all’istruzione. Dati alla mano, sembra che Lula stia davvero lavorando bene. La caricatura è di Alfredo Sabat:
http://www.alfredosabat.com/
La pagina web di Lula viene ospitata nel sito del Partito dei lavoratori: http://www.pt.org.br/

2 Comments:

Blogger doppiafila said...

La mia sensazione é che Lula abbia fatto il "salto della quaglia": eletto col favore della classe media (leggasi: establishment e mezzi di comunicazione) ora verrá rieletto coi voti popolari "non indotti"
Saluti, Doppiafila

5:14 AM  
Anonymous serpentina di schietti said...

Non è un caso che tutte le aziende di finta energia rinnovabile siano nelle mani dei nemici dell'umanità.

Infatti le piante assorbono anidride carbonica trasformandola in carbonio, cioè in legna.

L'anidride carbonica è la principale responsabile dell'effetto serra.

Inoltre ogni pianta assorbe dall'atmosfera una gran quantità di calore per la fotosintesi clorofilliana.

Inoltre con le piante si arresta la desertificazione, e diminuisce la rifrazione del suolo arido che ricaccia calore nell'atmosfera come se fosse uno specchio contribuendo al global warming.

Infine ogni pianta è un essere vivente attorno al quale vivono tantissime altre specie. Quindi con ogni pianta aumenta l'umidità e la vita e diminuisce l'aridità e la morte.

Quindi se vuoi diventare ricco, datti alla biomassa: fra 6-7 anni il mercato richiederà enormi quantitativi di biomassa e non ci saranno più foreste tropicali da cui prenderla. Ikea e Tetrapak sono il primo ed il secondo uomo più ricco del mondo, dieci volte più ricchi di Gates e Allen, ed il loro business è biomassa. In un anno raddoppi il capitale.

In Italia ogni anno bruciano boschi per una superficie corrispondente a 20 mila campi di calcio, l'equivalente dell'energia di 15 miliardi di pannelli solari, 7 volte il fabbisogno energetico italiano.

E poi prova a riflettere. Perchè non vengono prodotti i motori magnetici o il Motore di Schietti, che con un piccolo investimento iniziale ripagabile in poche settimane sarebbero in grado di produrre energia superpulita 24 ore su 24?

Noi avvertiamo che per ogni pezzo di legno che arriverà ancora dall'Amazzonia, a freddo, col tempo ci vendicheremo ed ammazzeremo uno dei vostri pesci grossi marci puzzolenti

Abbiamo i boschi carichi, abbiamo le valli piene di boschi per farne uso razionale, perchè dobbiamo importare legno dall'Amazzonia?

Informati su Lula che ha venduto gli ultimi lembi di foresta ai trafficanti di legname per farci precipitare irreversibilmente nel global warmnig

11:31 PM  

Post a Comment

<< Home