Name:

"Hay muchas maneras de contar esta historia, como muchas son las que existen para relatar el más intrascendente episodio de la vida de cualquiera de nosotros".

Tuesday, September 19, 2006

Le cattive compagnie

Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei, dice il motto. Ahmadinejad è a Caracas. Chávez gli ha reso grandi onori e ha qualificato la rivoluzione iraniana al pari di quella bolivariana in atto in Venezuela. I due hanno trovato il tempo di parlare malissimo degli Usa e di auspicarsi un brillante futuro da alleati.
Siamo abbracciati ai figli di Allah” ha detto Chávez “ai figli della grande Persia, uniti ora per sempre”.
Sinceramente certi atteggiamenti di Chávez lasciano perplessi. A chi è amante della pace, non è sfuggito che l’Iran è un paese armamentista, che ha espresso manie imperialiste, che investe milioni e milioni dei suoi petrodollari nell’esportare una rivoluzione che, in nome della religione, vuole mettere a tacere le coscienze –non solo quelle occidentali-. Allearsi con l’Iran significa portare il seme distorto di una teocrazia assolutista nel cuore dell’America Latina, con le conseguenze che possiamo immaginare.
Il Venezuela ha in mano una grande arma, una rivoluzione democratica che però, certe scelte del suo leader spogliano di efficacia. Va bene assumere un ruolo anti statunitense, però portarlo a questi estremi non giova a nessuno e rischia di rimanere un atteggiamento deleterio per i programmi futuri.
Per la cronaca i due paesi hanno firmato più di una ventina di trattati di cooperazione, che riguardano la costruzione di fabbriche di cemento e di acciaio, la formazione di una compagnia petrolifera a partecipazione mista, programmi di collaborazione nell’agricoltura e nell’industria mineraria. Insomma, un po’ di tutto. Non ci sarebbe da meravigliarsi la fondazione in poco tempo di una scuola coranica a Caracas. Tra le altre cose, il Venezuela è tra i maggiori produttori di uranio del mondo. L’Iran ne potrebbe aver bisogno per portare a termine i suoi progetti sul nucleare.

1 Comments:

Blogger Bruno said...

[Tra le altre cose, il Venezuela è tra i maggiori produttori di uranio del mondo]

Maurizio, non è vero che il Venezuela è tra i maggiori produttori di uranio del mondo.

Saluti dal Venezuela,

Bruno

4:42 PM  

Post a Comment

<< Home