Name:

"Hay muchas maneras de contar esta historia, como muchas son las que existen para relatar el más intrascendente episodio de la vida de cualquiera de nosotros".

Wednesday, September 19, 2007

La rivoluzione passa per l'educazione

È iniziato lunedì il nuovo anno scolastico in Venezuela e già gli istituti privati insorgono. Chávez, attraverso il fratello Adán, titolare dell’Istruzione -il nepotismo esiste anche nel socialismo-, ha presentato infatti il Sistema educativo bolivariano, un modello che vuole, come recita l’introduzione al testo: “trasformare la scala di valori capitalista per una scala centrata nell’essere umano”.
Via Cristoforo Colombo, quindi e dentro la storia indigenista, la tradizione multietnica del Venezuela e la rivoluzione chavista al posto dei dominatori e dei conquistadores. Secondo il settore privato, grande sconfitto, si tratta di una manovra per inculcare la propaganda governativa nelle nuove generazioni, per Chávez è invece l’occasione per riscrivere la Storia –e non solo quella- per proporla con un taglio più popolare e meno elitista.
Chávez, figlio di maestri, sa quanto sia importante l’educazione. Mentre negli altri paesi latinoamericani si assiste allo sfacelo dei sistemi educativi, dove i vuoti lasciati dallo Stato vengono riempiti dall’insegnamento privato, caro e selettivo, in Venezuela quest’anno ci saranno mille scuole in più. Il governo bolivariano ha investito soprattutto nelle campagne e nelle province più isolate, dove è ancora grande l’analfabetismo.
Le scuole private dovranno sottostare al controllo del Ministero, che verificherà se il programma viene rispettato. Gli istituti che si opporranno saranno intervenuti e posti sotto la responsabilità dello Stato.
La scuola privata non ci sta, ovviamente e chiama al diritto alla pluralità e all’indipendenza. Di certo c’è che ci troviamo di fronte ad uno scontro tra educazione privata e pubblica. Non si tratta solo di programmi, ma soprattutto di ideologia, dell’educazione vista in un senso mercantile e, nell’altro caso, come missione e responsabilità dello Stato. Per gli istituti privati ci sarà poco da fare: i tempi del confronto sono finiti, ora non rimane che mettersi in regola.
Il Ministero dell’educazione venezuelano:
http://www.me.gov.ve/

Labels:

1 Comments:

Blogger anticap said...

Anche in Italia le scuole private per essere riconosciute devono presentare dei programmi che si rifanno a quelli della scuola pubblica non ci vedo niente di male. Se poi i valori che si propongono sono quelli che mettono al centro l'essere umano a maggior ragione...

4:03 AM  

Post a Comment

<< Home